Recensione: Romantics di Leah Konen

Romantics

Leah Konen

Mondadori

2017

Trama:

Lo sguardo di Gael era fisso su Mason, il suo miglior amico, che si chinava lentamente, con un gesto sicuro e diretto, per baciare Anika, la sua ragazza. Il bacio durò infiniti, drammatici secondi, poi Anika si ritrasse e disse: «Smettila. Non ho ancora parlato con Gael». Le parole gli uscirono dalla bocca quasi senza controllo: «Sono qui». Anika e Mason si girarono come due scolaretti indisciplinati. «Gael, cosa ci fai qui? Non arrivi mai così presto.» «Nemmeno lui» replicò Gael. «Volevo farti una sorpresa.» Di fronte a una scena del genere, è comprensibilissimo che Gael stia per perdere la fiducia in me. Probabilmente mi comporterei allo stesso modo se fossi nei suoi panni. E poi, odio ammetterlo, in parte è anche colpa mia se si è trovato in una situazione del genere. Perché, vedete, Gael Brennan è un tipo serio, una specie di Romeo convinto di aver trovato la sua Giulietta. E non ha la minima idea di cosa ho in serbo per lui. Ah, dimenticavo, io sono Amore. Il vostro narratore. E sono qui per raccontarvi una storia d’amore, ovviamente. Una vera storia d’amore!

Recensione Spoiler Free:

Romantics è un romanzo che sembra dedicato a tutti i veri romantici, a chi crede nell’Amore e a chi sogna ad occhi aperti. Ma penso che potrà essere la scelta giusta anche per qualcuno semplicemente alla ricerca di una storia divertente e leggera, con un cuore di romanticismo. La parte che secondo me ha reso il libro davvero interessante, è il punto di vista. La narrazione di Amore permette di elevarci da quella che altrimenti è una semplice storia di un amore adolescenziale, rendendola più originale e dando una prospettiva fresca e vivace sugli eventi.

Io sono Amore. Il vostro narratore affidabile. Menzionato di frequente, ma abitualmente frainteso.

La sensazione che il lettore ricava è quella di star cospirando con Amore in persona per riuscire a far raggiungere la felicità a Gael, il nostro protagonista. Un piccolo dettaglio che mi è piaciuto molto, inoltre, sono le note sparpagliate per tutto il libro contenenti una piccola definizione divertente dei diversi comportamenti delle persone in amore, come il Romantico, il Monogamo Seriale o il Vagabondo. Probabile che troviate che le persone nelle vostra vita calzano piuttosto bene in un tipo o in un altro, e chissà che non vi riconosciate voi stessi: una trovata davvero simpatica!

Romantico: persona che crede incondizionatamente nell’Amore nella sua forma più alta e trasferisce questo sentimento nelle sue varie relazioni. Potrebbe spaventare il partner, innamorarsi della persona sbagliata e cercare disperatamente di trasformare la vita in un film con affascinanti attori della vecchia Hollywood. Potrebbe anche costruire le più belle, stimolanti e profonde relazioni al mondo.

Gael, purtroppo, non l’ho trovato molto degno di nota (come un po’ tutti i personaggi) anche se nella sua impulsività e nel suo tendere al melodramma è quantomeno un adolescente credibile, e questo lo devo riconoscere. Romantics ha una storia piuttosto lineare e tipica, ma allo stesso tempo è pienamente consapevole di se stesso e gioca molto con l’ironia sulla tipica evoluzione dell’intreccio in una commedia romantica, cosa da me molto apprezzata. In ogni caso, avrei preferito un approfondimento su temi diversi dall’amore romantico, che nel libro sono accennati, ma che non sembrano mai davvero assumere un posto centrale. In definitiva, è certamente un romanzo tenero con un PoV particolare, una storia che forse non lascia il segno, ma che sa intrattenere.

Voto:

Precedente Novità in Libreria: 21 Marzo Successivo Recensione: Il Richiamo del Cuculo di Robert Galbraith

Lascia un commento

*