Libri da Oscar

Ci siamo, è finalmente giunta la notte degli Oscar 2016, e l’unica domanda è: riuscirà Leo a portarsi a casa l’ambito premio? Essere stato dentro un cavallo morto per la parte sarà stato sufficiente a convincere la severa giuria? Intanto che immagino i meme che invaderanno internet domani qualsiasi sia la risposta, ho raccolto insieme tutti i libri da cui sono stati tratti i film nominati quest’anno. Quali avete già letto o quale vi incuriosisce di più?

Revenant: La storia vera di Hugh Glass e della sua vendetta

Michael Punke

Einaudi

2014

Glass è un esploratore e un cacciatore di pellicce che nel 1822 prende parte a una spedizione lungo il fiume Missouri: all’epoca quel territorio era di fatto inesplorato (la prima missione, quella di Lewis e Clark, risale a soli diciotto anni prima), selvaggio e minaccioso come solo la Frontiera sa essere. L’ultimo avamposto americano, uno sperduto forte dell’esercito, è lontano una settimana di cammino: il resto è territorio di caccia di Sioux tutt’altro che in buoni rapporti con l’uomo bianco. Glass, separatosi dal gruppo per trovare provviste, viene assalito da un orso, che lo riduce in fin di vita. Vedendo in che condizioni l’ha ridotto l’animale, i compagni si convincono che gli resta poco da vivere: il grosso della spedizione procede nel suo viaggio, lasciandolo con due uomini, John Fitzgerald e Jim Bridger, incaricati di vegliare le sue ultime ore. Al terzo giorno di agonia, i tre uomini avvistano un gruppo di guerrieri indiani. Fitzgerald e Bridger, presi dal panico, abbandonano Glass, rubandogli le armi e il coltello, lasciandolo solo, disarmato, accanto alla fossa che già avevano scavato per lui, in balía degli indiani. Sembrerebbe la fine di Hugh Glass e invece è solo l’inizio. È a questo punto, infatti, che Glass diventa il protagonista di un’incredibile odissea di tremila miglia, attraverso le condizioni più estreme, sopravvivendo ai pericoli e alle minacce della natura e degli uomini, diventando amico e alleato di popoli sconosciuti, mosso unicamente dalla più incrollabile delle volontà: quella di un uomo che cerca la sua vendetta.

Il film tratto dal romanzo, Revenant – Redivivo diretto da  Alejandro G. Iñárritu ha come protagonista Leonardo DiCaprio. Le nominations sono per:

  • Miglior Film
  • Miglior Regia
  • Miglior Attore Protagonista
  • Miglior Attore Non Protagonista (Tom Hardy)
  • Miglior Montaggio
  • Migliore Scenografia
  • Migliore Fotografia
  • Miglior Trucco e Acconciature
  • Migliori Effetti Speciali
  • Miglior Sonoro
  • Miglior Montaggio Sonoro

Eccovi il trailer:

Room. Stanza, letto, armadio, specchio

Emma Donoghue

Mondadori

2016

Jack ha cinque anni e la Stanza è l’unico mondo che conosce. È il posto dove è nato, cresciuto, e dove vive con Ma’: con lei impara, legge, mangia, dorme e gioca. Di notte Ma’ chiude al sicuro nel Guardaroba, e spera che lui dorma quando il Vecchio Nick va a fare loro visita. La Stanza è la casa di Jack, ma per Ma’ è la prigione dove il Vecchio Nick li tiene rinchiusi da sette anni. Grazie alla determinazione, all’ingegnosità, e al suo intenso amore, Ma’ ha creato per Jack una possibilità di vita. Però sa che questo non è abbastanza, né per lei né per lui. Escogita un piano per fuggire, contando sul coraggio di Jack e su una buona dose di fortuna, ma non sa quanto potrà essere difficile il passaggio da quell’universo chiuso al mondo là fuori…

Dal romanzo è stato tratto Room diretto da Lenny Abrahamson ed è nominato per le seguenti categorie:

  • Miglior Sceneggiatura Non Originale
  • Miglior Attrice Protagonista (Brie Larson)
  • Miglior Regia
  • Miglior Film

Il trailer:

The Danish Girl

David Ebershoff

Giunti

2016

Siamo a Copenaghen, inizi Novecento: entrambi stanno dipingendo nel loro atelier, lui realizza paesaggi velati dalla nebbia del Nord; lei ritrae su enormi tele i ricchi committenti della borghesia cittadina. Proprio per completare uno di questi lavori, il ritratto di una nota cantante d’opera, Greta domanda al marito di posare in abiti femminili. Da principio Einar è riluttante, ma presto viene completamente sedotto dal morbido contatto della stoffa sulla sua pelle. Via via che si abbandona a questa esperienza, il giovane entra in un universo sconosciuto, provando un piacere che né lui né Greta avrebbero mai potuto sospettare. Quel giorno Einar ha un’autentica rivelazione: scopre infatti che la sua anima è divisa in due e forse lo è stata sempre: da una parte l’artista malinconico e innamorato di sua moglie, dall’altra Lili, una donna mossa da un prepotente bisogno di vivere…

Il film omonimo, che io ho visto e adorato, ha come protagonista il magnifico Eddie Redmayne (che a novembre vedremo nei panni Newt Scamander in Fantastic Beasts). Le nominations sono:

  • Miglior Attore Protagonista
  • Migliore Attrice Non Protagonista (Alicia Vikander)
  • Miglior Scenografia
  • Migliori Costumi 

Vi lascio il trailer a cui dare un’occhiata:

Carol

Patricia Hishsmith

Bompiani

2012

Therese è un’apprendista scenografa che, per mettere insieme qualche soldo, durante il periodo natalizio si fa assumere in un grande magazzino. Il suo rapporto sentimentale con Richard si trascina stancamente. Tutto per Therese sembra precipitare in una grigia e disperata routine fino al giorno in cui conosce l’affascinante e bellissima Carol che, insinuandosi nella sua vita le fa conoscere l’ebbrezza di un amore diverso…

Il film tratto dal romanzo è stato diretto da Todd Haynes. Eccovi le nominations:

  • Miglior Attrice Protagonista (Cate Blanchett)
  • Miglior Attrice Non Protagonista (Rooney Mara)
  • Miglior Sceneggiatura Non Originale
  • Miglior Fotografia Miglior Costumi
  • Miglior Colonna Sonora Originale

L’Uomo di Marte

Andy Weir

Newton Compton Editori

2014

Il protagonista del romanzo è Mark Watney, impegnato con altri astronauti in una missione su Marte, finché una tempesta particolarmente forte costringe il team ad abbandonare precipitosamente il pianeta. Solo che a causa di un incidente Mark viene creduto morto e lasciato indietro. A Mark non resta che inventarsi un modo per sopravvivere per anni su un pianeta ostile con provviste e habitat pensati per una missione di due mesi. Se siete interessati alla recensione, potete trovarla qui.

Il film Sopravvissuto – The Martian ha come protagonista Matt Damon ed è stato nominato per le seguenti categorie:

  • Miglior Film
  • Miglior Sceneggiatura Non Originale
  • Miglior Attore Protagonista
  • Miglior Scenografia
  • Migliori Effetti Speciali
  • Miglior Sonoro
  • Miglior Montaggio Sonoro 

Il trailer:

La Grande Scommessa

Michael Lewis

Rizzoli

2016

Scommettere contro il sistema e guadagnarci.
È quello che ha fatto un piccolo gruppo di speculatori visionari dopo aver intuito cosa stava succedendo sul mercato, ben prima dello scoppio della crisi mondiale nel 2008. Ne hanno approfittato, facendo a volte precipitare gli eventi e uscendone vincenti.
La grande scommessa è la storia della crisi dal loro punto di vista. Personaggi fuori dagli schemi, “eroi” dai caratteri difficili, sconosciuti ai più ma fondamentali per capire che cosa è successo veramente. Una coppia di ragazzi partita con 100 mila dollari da un garage; un medico che gioca a investire a tempo perso nelle (pochissime) ore libere e divulga consigli finanziari in un forum; il trader arrogante che pensava di saperne una più degli altri, e che scoprirà di aver ragione.
In comune, una certa “eccentricità” che li ha portati a non ascoltare il senso comune, la droga collettiva che spingeva tutto il resto del mercato a pensare che i rendimenti sui mutui e sui derivati non sarebbero mai finiti.

La Grande Scommessa è stato diretto da Adam Mckay e ha per protagonisti Christian Bale, Steve Carell, Ryan Gosling e Brad Pitt. Le nominations sono:

  • Miglior Film
  • Migliore Sceneggiatura Non Originale
  • Miglior Regia
  • Miglior Attore Non Protagonista (Christian Bale)
  • Miglior Montaggio

Brooklyn

Colm Tóibín

Bompiani

2014

Non è facile trovare lavoro a Enniscorthy, una cittadina nel sudest dell’lrlanda. I primi anni cinquanta sembrano seminare solo insoddisfazione e nostalgia per un benessere che non c’è, neppure all’orizzonte. La giovane Eilis Lacey, prigioniera del confronto quotidiano con la madre e la sorella Rose, non vede davanti a sé alcuna prospettiva, finché l’imprevedibile visita di un prete emigrato, padre Flood, le fa scorgere l’opportunità di una vita diversa, al di là dell’oceano, a New York. E sarà proprio a Brooklyn che Eilis riuscirà a trasformare il passato in un futuro libero e propizio. E l’incontro con Tony, un ragazzo da amare, farà del sogno una reale possibilità che cambierà la sua vita, forse, per sempre.

Il film diretto da John Crowley con Saoirse Ronan è stato nominato per le seguenti categorie:

  • Miglior Film
  • Migliore Attrice Protagonista
  • Miglior Sceneggiatura Non Originale

L’Ultima Parola – La vera storia di Dalton Trumbo

Bruce Cook

Rizzoli

2016

“Lei è o è mai stato membro del Partito comunista?” Alla domanda di J. Parnell Thomas, senatore e presidente della Commissione per le attività antiamericane, Dalton Trumbo – lo sceneggiatore più pagato e ammirato di Hollywood – non risponde. Alle sue spalle, per sostenerlo, ci sono Humprey Bogart, Lauren Bacall, Gene Kelly, John Garfield e John Huston. È il 1947, e negli Stati Uniti l’ondata di paranoia anticomunista investe anche gli studios: centinaia di registi, attori e scrittori sono chiamati a deporre. Solo dieci di loro, gli Hollywood Ten, saranno inquisiti e imprigionati per essersi rifiutati di parlare, di tradire compagni e amici. Da allora Trumbo sarà costretto a lavorare per il mercato nero, senza poter firmare le sceneggiature di capolavori come Vacanze romane e La più grande corrida. È solo nel 1960 che Kirk Douglas, prduttore e protagonista dello Spartacus di Stanley Kubrick, vuole scrivere il suo nome chiaro e tondo nei titoli di testa del film. “In ogni città e provincia liste di dissidenti sono già compilate” è la battuta più celebre di Laurence Olivier nelle vesti del generale Crasso. “Trumbo è, senza dubbio, un prodigio della volontà. Ha sempre tenuto duro: è sopravvissuto, ha prevalso, ha persino trionfato. Si potrebbe persino prenderlo come esempio di un certo tipo di valori – tenacia, indipendenza, perseveranza – che oggigiorno sono diventati parecchio rari.”

Il film Trumbo tratto da questo romanzo con protagonista Bryan Cranston è nominato per:

  • Miglior Attore Protagonista 

Steve Jobs

Walter Isaacson

Mondadori

2011

L’esclusiva biografia di Steve Jobs. Basandosi su più di quaranta interviste con Steve Jobs in oltre due anni, e su più di cento con familiari, amici, rivali e colleghi, Walter Isaacson racconta la storia del geniale imprenditore la cui passione per la perfezione e il carisma feroce hanno rivoluzionato sei settori dell’economia e del business: computer, film d’animazione, musica, telefoni, tablet ed editoria digitale.

Il film è diretto da Danny Boyle e ha per protagonista Michael Fassbender. Le nominations sono:

  • Miglior Attore Protagonista
  • Migliore Attrice Non Protagonista (Kate Winslet)

In Another Country

David Constantine

Comma Press

2015

In Another Country è un racconto breve da cui è stato tratto 45 anni, la cui portagonista, Charlotte Rampling è stata nominata per:

  • Miglior Attrice Protagonista

 

 

Precedente Recensione: Vertigine di Sophie Jomain Successivo Dieci immancabili cliché dei romanzi

Lascia un commento

*